search
top

Roma una vera passione

weekend a romaPer il mio compleanno, mio marito quest’anno mi ha fatto una splendida sorpresa: conoscendo bene la mia passione per Matisse, mi ha regalato un romantico week end a Roma per andare a visitare la mostra ospitata dalle Scuderie del Quirinale.

Per il nostro soggiorno ha scelto la Romantic Suite dell’Atmosfere guest house: davvero deliziosa, questa sistemazione si trova nel cuore di Roma, a due passi da Piazza San Pietro e Castel Sant’Angelo e mi ha subito impressionata favorevolmente. Arrivarci è stato semplicissimo: dalla stazione abbiamo preso la metro e siamo scesi alla stazione Ottaviano, a due passi dall’appartamento. I nostri ospiti sono stati davvero squisiti e ci hanno accolto con calore, professionalità e simpatia, dandoci tutte le informazioni di cui potevamo avere bisogno.

Appena arrivati, abbiamo lasciato i nostri bagagli e siamo partiti alla volta delle Scuderie dove siamo rimasti estasiati dalla bellissima mostra. Dalla vetrata di Gae Aulenti abbiamo goduto della vista spettacolare sul pomeriggio romano che ci ha invogliato a dedicare la serata a una romantica passeggiata sul Lungotevere. La sera, dopo una cenetta in un localino tipico di Trastevere, siamo tornati nel comfort della nostra Suite a goderci un po’ di meritato riposo.
Il mattino dopo ho approfittato della comodità della cucina perfettamente attrezzata per preparare una buona colazione e poi siamo partiti alla scoperta di Castel Sant’Angelo, a due passi dalla Suite. Non l’avevamo mai visitato ed è stato davvero una bellissima scoperta. Dopo un’immancabile visita alla grandiosa Basilica di San Pietro, abbiamo deciso di prendere la metro per arrivare in uno dei quartieri più caratteristici del cuore di Roma, quello dell’antico ghetto ebraico. Da tempo, infatti, avevamo la voglia di gustare uno dei piatti tipici della cucina ebraico-romana, i carciofi alla giudia. Un localino del ghetto che ci avevano consigliato degli amici ha fatto davvero al caso nostro e…che dire, è stato davvero un pranzo delizioso. Dopo questa pausa non poteva mancare un’ultima tappa culturale nella nostra seconda giornata romana: una visita alla sinagoga. La visita guidata è stata davvero interessante e ci ha fatto venire voglia di approfondire le nostre conoscenze nel museo annesso.

Il pomeriggio, invece, è stato tutto dedicato al relax: avevamo voglia di visitare uno dei parchi romani più romantici, il Giardino degli Aranci, e così abbiamo preso la metro e siamo scesi al Circo Massimo, che dista pochi minuti dalla villa. Mio marito, vero appassionato di fotografia, è rimasto deliziato dalla vista spettacolare che si gode dal belvedere, a detta di tutti i romani una delle vedute più panoramiche sulla città. E, visto che una foto tira l’altra, non abbiamo resistito a visitare anche lo Zodiaco, un belvedere a 139 metri di altezza detto anche “percorso degli amanti” per il suo romanticismo. I Castelli Romani, da qui, sono una vista commovente al tramonto. Dopo un aperitivo in uno dei locali lungo il percorso, siamo tornati, stanchi e soddisfatti, alla nostra Suite, dove siamo stati accolti dalla comodità del nostro letto.

L’ultimo giorno, prima della partenza, è stato immancabilmente dedicato a uno spensierato giro di shopping tra le piazze del centro, alla ricerca di qualche ricordino speciale per i bimbi rimasti a casa con i nonni.
Il nostro soggiorno romano è stato davvero gradevole e la nostra Atmosfere Guest House è stata davvero il luogo ideale per riposarci e muoverci liberamente con facilità per tutta la città. Progettiamo di tornare al più presto con i nostri figli per far conoscere anche a loro le meraviglie della città eterna.

top